CarpFishingItalia

Sito ufficiale dell'Associazione nata nel 1993

CFI Informa Marzo 2011

CFI Informa Marzo 2011
CFI

CFI Informa Marzo 2011

Servizio a cura di Andrea Pistorello e Thomas Salvi

CREMONA – CFI ENTRA IN CONSULTA

CFI Informa Marzo 2011: Cortellazzi Matteo, resp. della sede CFI n. 6 di Casalmaggiore, ci informa che CFI entra ufficialmente in Consulta Provinciale della pesca a Cremona; inoltre la Provincia ha accettato di discutere, nelle prossime assemblee, il Progetto Tutela Carpa di CFI. Davvero uno splendido obbiettivo raggiunto, considerando che ora si è creato un importante precedente in Lombardia.

MODENA – APPROVATO IL PROGETTO TUTELA CARPA DI CFI

Altro ottimo risultato contro il fenomeno delle “carpe volanti”; Fabrizio Furghieri, resp. della sede CFI n. 28 Rio Saliceto, ci informa che dal 27 marzo 2011 è entrato in vigore il nuovo regolamento ittico nella Provincia di Modena in cui è stato inserito, a salvaguardia della carpa, oltre la misura minima per l’asporto anche il peso massimo per poterla asportare, fissato in Kg 8. Un altro passo a difesa della carpa con piena soddisfazione di tutti i membri dei club Succhia Il Nettare Laghi Rio e Succhia Il Nettare Due Campogalliano.

MARCHE – SUCCESSI A RIPETIZIONE

Instancabile lavoro dei ragazzi di CFI delle Marche; queste le parole di Chiavetti Sergio che riassume gli obbiettivi raggiunti in questo ultimo periodo:

  • Caccamo: abbiamo ottenuto l’ abolizione del divieto in vigore che prevedeva la chiusura dal 1° Luglio al 15
    Settembre. Quindi per il 2011 sarà previsto esclusivamente il fermo per la frega dal 1 Giugno al 30 Giugno.
  • Polverina: come è stato già annunciato dal Vice Pres. di CFI Piero Cicchetti, in via sperimentale quest’ anno
    verrà fatto uno spostamento di carpe (della misura consentita al prelievo) da Caccamo a Polverina con la
    speranza che questi pesci che hanno mostrato un alto grado di compatibilità con le nostre acque
    incrementino l’ attuale popolazione di carpe di Polverina.
  • Pulizie delle sponde: su nostra specifica richiesta abbiamo istituito 2 giornate da dedicare alle pulizie delle
    sponde rispettivamente delle Cave Mariotti e del lago di Caccamo.
  • Associazionismo: cogliendo lo spirito nazionale di aggregazione delle tecniche di pesca ecocompatibili
    siamo felici di anticiparvi che si stanno intensificando e strutturando i rapporti con lo SCI di Ascoli Piceno e il
    Bass Fishing delle Marche, in un ottica comunitaria di gestione responsabile delle nostre acque.
  • Fiastra: grazie alla caparbietà di uomini come Piero Cicchetti e Luciano Capomasi ed alla grandissima
    disponibilità delle amministrazioni del comune di Fiastra finalmente è possibile praticare la pesca notturna
    con la tecnica del carpfishing anche in questa stupenda perla Marchigiana! Il regolamento è stato concordato con le istituzioni e le altre associazioni e differisce dalle altre acque provinciali visto la delicata condizione del lago che è sito all’interno di un parco e fruito da campeggiatori estivi. 

PADOVA – RECUPERO ITTICO

Importate azione di recupero, condotta dalla sede n. 159 Colli Euganei, a seguito di una piena del Fiume Bacchiglione (PD). Infatti numerosi pesci (tra cui molte carpe) sono stati salvati da morte certa, dopo essere rimasti intrappolati in avvallamenti che presto sarebbero andati in secca. L’evento è stato coordinato dall’Amministrazione Provinciale e messo in atto da volontari dotati di patentino.
Un altro grande gesto che dimostra le potenzialità e le qualità delle sede CFI! Un plauso per la tempestività e l’efficacia dell’intervento va sicuramente ai ragazzi dei Colli Euganei!

LODI- PRIMA PULIZIA DELLE SPONDE CA’ DEL CONTE

Tra le tantissime e importanti pulizia delle sponde effettuate in tutta Italia dalle sedi CFI, segnaliamo la pulizia effettuata a Lodi in quanto ha visto coinvolte più associazioni di pescatori di diverse discipline. Queste le parole di Andrea Spini,resp. della sede CFI n. 62 di Canonica D’Adda:

“Con enorme felicità vi comunico che siamo riusciti ad organizzare per il giorno 20 Marzo la prima giornata di pulizia sponde a Cà Del Conte, un tratto di Adda morta nei pressi di Lodi. Ma ciò che è più importante è che l’idea è stata partorita e cresciuta da 3 associazioni di pescatori che praticano discipline differenti, ma accomunate da un unico intento: la salvaguardia dell’ambiente. Per la prima volta hanno collaborato per una giornata ecologica CARP FISHING ITALIA, LEDGERING&BARBEL FISHING ITALIA e SPINNING CLUB ITALIA, con l’intento di portare avanti un dialogo, una sinergia che ci consentiranno di perseguire obiettivi comuni. L’iniziativa ha ottenuto l’appoggio del Parco Adda Sud, dell’APSSL-FIPSAS Lodi, del Comitato Adda Sud e delle amministrazioni comunali di San Martino in Strada e Corte Palasio, comuni del lodigiano dove è ubicata la lanca e che hanno accolto con entusiasmo la proposta”.

Alla pulizia hanno partecipato anche le sedi CFI di Milano, Milano 2, Pavia e Rudiano; ha aderito inoltre l’associazione “Autodisciplina”.