CarpFishingItalia

Sito ufficiale dell'Associazione nata nel 1993

CFI Informa Dicembre 2010

logo-cfi
CFI

CFI Informa Dicembre 2010

Servizio a cura di Andrea Pistorello e Salvi Thomas

CUNEO – RICONOSCIMENTO A CFI

CFI Informa Dicembre 2010: ogni uscita del giornalino di CFI viene inviato, oltre che a tutti i soci CFI, anche a tutti gli assessorati delle Province Italiane.

Dopo averne letti i contenuti, l’Assessore alla Caccia e Pesca della Provincia di Cuneo, il Dott. Isaia Stefano ha inviato una lettera di apprezzamento al Pres. Zurma.

La missiva riguarda l’impegno che la nostra associazione svolge relativamente ai vari interventi di pulizia
spondale dei corsi d’acqua. Questo un passaggio della lettera inviata:

“L’obiettivo comune che la vostra Associazione sta già perseguendo, dovrebbe essere quello di una pesca moderna, conscia dei doveri di tutela ambientale e rispettosa della fauna ittica che rappresenta un grande patrimonio naturale da difendere ed incrementare per dare un futuro alla pratica della pesca sportiva.”

Un riconoscimento che ci rende ulteriormente orgogliosi della nostra associazione e pertanto rivolgiamo undoveroso ringraziamento all’Assessore Stefano Isaia per la sua sensibilità nei confronti di CFI.

FIERA DI VEDELAGO (TV) – STAND CFI

L’11 e 12 dicembre si è tenuta una piccola fiera dedicata al carpfishing, in località Vedelago a Treviso.

La sede n. 116 di Padova è stata chiamata a rappresentare CFI in questa occasione, pertanto oltre agli stand di aziende di settore e negozi c’era anche quello dedicato a CFI.

GUARDIE VOLONTARIE ITTICHE A MILANO

Un altro tassello che sta contraddistinguendo CFI è la formazione di guardie giurate ittiche volontarie e numerose sedi sono già attive in questo senso; è con orgoglio quindi che diamo notizia che tre iscritti a CFI, della sede 166, sono ufficialmente diventati guardie. Queste le parole del Resp. di sede Umberto Banchieri:

“Dopo due mesi di corso serale e dopo l’esame dato la settimana scorsa,tre soci della nostra sede sono diventati ufficialmente guardie ittiche volontarie. Per noi è vanto e orgoglio essere riusciti a raggiungere questo piccolo obiettivo che un giorno ci consentirà
di tutelare meglio la natura e tutti i pescatori. Un piccolo ma grande obiettivo nel significato che ha rispetto a una crescente consapevolezza e responsabilità dei pescatori e dei carpisti in particolare.

Sperando di riuscire a comunicare e trasmettere questi valori a chi vive la pesca con un po’ troppa superficialità; la nostra libertà passa attraverso il rispetto dell’ambiente, degli altri pescatori e dei regolamenti…giusti…e se sbagliati cercheremo di cambiarli,con un po’ di pazienza ma è fondamentale per risultare credibili ai propri interlocutori avere un comportamento responsabile e rispettoso dei regolamenti.Un grazie di cuore ai ragazzi che si sacrificano anche per noi.”

INCONTRO TRA LE ASSOCIAZIONI ECOCOSTENIBILI

Il 30 dicembre si è tenuto un meeting che possiamo definire storico; infatti per la prima volta, le associazioni di pesca si sono sedute ad un tavolo comune per definire strategie ed obbiettivi rivolti alla gestione della pesca ecosostenibile in Italia.

E’ già in discussione un protocollo di intesa e altre iniziative.

Queste le associazioni e rappresentanti che hanno partecipato all’incontro:

  • CFI: Pres. Zurma Agostino e Andrea Pistorello
  • Spinning Club Italia: Pres. Mario Narducci
  • LBFI: Pres.Maurizio Biolcati e Spini Andrea
  • Esox Italia: Pres. Corrado Forlani e Ruffato Massimo
  • BWA e delegato IBA: Bergamasco Roberto
  • Naz. Pesca Belly Boat e delegato IBA: Manaresi Flavio
  • UMPEM: Pre. Enos Bortolozzo (prom. APR e rappres. Conculta Reg. Veneto)
  • FIPSAS (pesca al colpo e passata): Zelli Massimo