CarpFishingItalia

Sito ufficiale dell'Associazione nata nel 1993

Sede 253 attrezzi da pesca sequestrati

Sede 253 attrezzi da pesca sequestrati

Piacenza Nr 253 Vigilanza Ittica

La sera di giovedì’ 13/10/2016, con inizio alle ore 20 e termine alle ore 02 di stamattina, gli Agenti Ittici e Ambientali del Carp Fishing Italia di Piacenza coordinati dal Presidente Provinciale Mauro Beghi e dal Dirigente Alessandro Gambazza, durante l’effettuazione di un servizio anti bracconaggio alieutico promosso dalla Regione Emilia-Romagna, e coordinato con il Corpo di Polizia Provinciale di Piacenza, hanno rinvenuto in località Roncarolo del Comune di Caorso (PC), alle ore 23.30 durante un controllo lungo il fiume Po, con uso di natanti e di pattuglia terrestre, numero 9 Attrezzi da pesca  denominati “Bertovelli o bertavelli”, vietati dai pescatori dilettanti e sportivi e abbandonati e giacenti nelle profondità del fiume, segnalati mediante fusti in plastica collocati in superficie e fissati mediante corde.

Foto del sequestro attrezzi da pesca.

Questi attrezzi da pesca utilizzati per la pesca professionale, erano privi di targhette di segnalazione, come previsto dalla Legge sulla Pesca, necessari per identificare il proprietario e risalire a un suo possibile possesso di licenza di professione.
Collocati in quel modo evidenziavano attività di bracconaggio.
Le specie Ittiche catturate all’interno, tra gli “inganni delle reti” sono state identificate come appartenenti a specie “alloctone.
Gli Agenti del Carp Fishing Italia di Piacenza hanno provveduto a recuperare tutti e nove gli attrezzi da pesca e a sottoporli a sequestro cautelare.
Termine operazione ore 1.30.
Dirigente Carp Fishing Italia  
Alessandro Gambazza