CarpFishingItalia

Sito ufficiale dell'Associazione nata nel 1993

CFI Informa Luglio 2011

CFI Informa Luglio 2011
CFI

CFI Informa Luglio 2011

Servizio a cura di Andrea Pistorello e Thomas Salvi

RECUPERO ITTICO A RAVENNA

CFI Informa Luglio 2011: ennesimo intervento a tutela dei pesci da parte  di CFI; infatti nel mese di luglio a Valle della Canna (Ravenna), parecchi quintali di carpe sono rimasti intrappolati in secca a seguito di lavori atti a ripristinare il fondale di questa incantevole distesa d’acqua. Dopo un primo intervento di recupero, la Provincia di Ravenna insieme al Parco del Delta hanno organizzato un secondo recupero, estendendo l’invito anche alla nostra associazione. L’evento è stato organizzato durante la settimana e nonostante lo scarso preavviso, CFI si è messa in moto è a trovato qualche volontario per essere partecipe a questo importante recupero.

recupero-ittico
Recupero ittico

Con il primo recupero sono stati tratti in salvo 90 quintali di pesce (quasi tutte carpe) mentre nel secondo siamo arrivati a 40 quintali. Alle operazioni hanno partecipato il Pres. Zurma Agostino, il Consigliere Pistorello Andrea e altri due iscritti a CFI.

FERRARA – APPROVATO IL NO KILL PER LA CARPA

Ancora un risultato importantissimo a tutela dei pesci raggiunto da CFI.  A Ferrara è stata approvata con unanimità, da parte della Consulta Provinciale,la richiesta inviata da CFI in data 14.06.2011 affinchè in tutte le acque dedicate al carpfishing della provincia stessa venisse applicato il no kill alla carpa.

L’atto, esecutivo dal 25-7-2011, sancisce di istituire “zone no Kill” della Carpa (Cyprinus carpio) nei tratti dei corsi d’acqua già individuati dalla vigente Carta Ittica Provinciale come dedicati alla pesca con la tecnica del carp fishing, con obbligo del rilascio immediato, nel medesimo luogo di cattura, di tutti gli esemplari catturati della specie suddetta.

La domanda è stata presentata in sinergia con Exositalia e Spinning Club Italia e nella stessa si chiedeva di individuare anche zone no kill per il luccio, richiesta puntualmente accolta. A tale riguardo, si ringrazia la Provincia di Ferrara nella persona della Dott.ssa Mantovani per la sollecitudine e la disponibilità dimostrata e il Dott: Castaldelli per il supporto dato.

APPROVATO PROGETTO TUTELA CARPA NEL LAGO BASIGLIO

Altro stupendo risultato nella lotta contro le carpe volanti; infatto nel lago di Basiglio è stato approvato il progetto tutela carpa.

Queste le parole di Marco Marfoni, portavoce della sede CFI n. 166 di Milano che ha ottenuto questo risultato:

“Finalmente dopo anni di continui ed assidui interventi con assessori, responsabili, sindaci e associazioni ce l’abbiamo fatta!
Oltre che averci riconosciuto Basiglio,come un’oasi faunistica protetta, è stata accettata in consulta ed approvata la nostra proposta,come sede CFI 166, il progetto tutela carpa,che è entrata in vigore nel comprensorio del lago.

Ed è oltremodo stata individuata la causa delle ripetute morie di pesce presenti nella cava; riconducibile a ciò che tempo memorabile noi della sede 166 in simbiosi con altre associazioni di pescatori avevamo denunciato alle autorità competenti.

Un plauso particolare va al Presidente di sezione Umberto Banchieri, che col supporto dei consiglieri del gruppo si è prodigato nel cercare di risolvere i problemi che assillavano il lago in questione”.

Grandi ragazzi, bel lavoro!

LETTERA CONGIUNTA DI CARPFISHING ITALIA E SPINNING CLUB ITALIA

Questa è la lettera, che in rappresentanza di CFI sarà inviata alle Amministrazioni di 26 Comuni Rivieraschi, alle Provincie e alle Prefetture di Parma, Piacenza, Cremona in merito ai problemi di ordine pubblico riguardanti la zona. Ancora un intervento in sinergia con altre associazioni rivolto a dare il maggior contributo possibile per la risoluzione di problemi ben noti.

Oggetto: 

Assemblea dei Sindaci, degli Enti e delle associazioni rivierasche del fiume Po.

Problematiche di ordine pubblico del fiume Po.

In riferimento all’argomento in oggetto, i sottoscritti Agostino Zurma – Presidente Carp Fishing Italia (CFI)in rappresentanza selle 93 sedi e dei 3000 iscritti presenti in tutto il territorio nazionale, Mario Narducci  Presidente Spinning Club Italia (SCI) in rappresentanza dei 25 circoli e dei 700 iscritti, visti:

il successo dell’assemblea tenutasi in data 18/06/11 presso la biblioteca del Comune di San Da niele PO con la fattiva partecipazione di numerosi Enti, Amministrazioni Locali rappresentate dai propri Sindaci e/o Assessori e Funzionari, Amministrazioni Provinciali con Assessori e rappresentanti, Arma dei Carabinieri rappresentata dal Comandante dei Carabinieri di Casalmaggiore e Comandante Carabinieri San Daniele Po, Forze dell’Ordine provinciali e locali, vari Esponenti politici dei vari comuni coinvolti, Associazioni di pesca
sportiva e professionistica, Associazioni ambientaliste, operatori economici e turistici del fiume, Dirigenti Provinciali uffici caccia e pesca, ecc.;

  • il documento condiviso presentato ai Prefetti di Cremona e di Parma;
  • i numerosi interventi dei vari esponenti sopracitati relativi a episodi di illegalità che si manifestano sul le sponde e sul corso del fiume Po nelle Province di Cremona, Piacenza e Parma;
  • la capacità di mettere a disposizioni strumenti, mezzi e personale per contrastare i fenomeni illegali e di
    vandalismo che ultimamente si verificano sul fiume;
  • confermano l’appoggio delle Associazioni CFI e SCI rappresentate per la concreta e lodevole iniziativa intrapresa.

In particolare, per dare un contributo concreto alle iniziative che saranno poste in essere al fine di riportare sicurezza e fruibilità del territorio fluviale, sensibilizzeremo tutti i nostri iscritti affinché provvedano, tempestivamente, a segnalare eventuali abusi e/o fenomeni di illegalità di cui vengano a conoscenza durante la permanenza sul corso del fiume e sul territorio rivierasco.

Facciamo inoltre presente che le nostre Associazioni sono molto sensibili a qualsiasi progetto e/o intervento che vada nella direzione di tutela e recupero delle acque pubbliche sotto qualsiasi forma (sicurezza, certezza di legalità, tutela del territorio, tutela della fauna ittica, rispetto ambientale,ecc.) e già in numerose province hanno presentato progetti utili al raggiungimento di obiettivi per la salvaguardia delle acque quali, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, abilitazione di guardie ittiche, progetti di tutela della fauna ittica, progetti
di recupero di tratti di acque pubbliche

Segnaliamo inoltre gli indirizzi delle nostre Associazioni per eventuali ulteriori iniziative e/o progetti futuri a cui daremo, per quanto di nostra competenza e possibilità, la nostra adesione:

CFI : via Celio, 4 -45100 Rovigo agozurma@alice.it carpfishingitalia@libero.it

SCI: via Puccini 25 – 20873 Cavenago Brianza (MB) marionarducci@libero.it

Nel ribadire il pieno appoggio all’iniziativa in corso ci è gradita l’occasione per porgere i nostri migliori saluti.”