CarpFishingItalia

Sito ufficiale dell'Associazione nata nel 1993

CFI Informa Gennaio 2012

cfi informa
cfi informa

CFI Informa Gennaio 2012

a cura di Pistorello Andrea

CFI Informa Gennaio 2012: Carpfishing Italia da 20 è impegnata a divulgare e tutelare la pratica del carpfishing; un lavoro determinato e costante che ha accompagnato la crescita esponenziale di questa tecnica. Un lavoro che continua ancora oggi e che vede l’Associazione impegnata ad affrontare nuovi e seri problemi. Se fino ad un decennio fa le lotte ci vedevano impegnati a ottenere la pesca notturna, l’uso della terza o l’uso della seconda e/o terza canna o a togliere restrizioni che impedivano la nostra tecnica, oggi ci troviamo ad affrontare problemi
come le “fly carp”, il bracconaggio, l’inquinamento, la mala gestione delle acque…CFI c’è sempre stata e sempre ci sarà; CFI nasce dal cuore dei carpisti che tanto amano questa tecnica.

Oggi l’Associazione è una realtà unica con quasi 100 sedi distribuite in tutta Italia e quasi 3.000 soci che la sostengono. Negli articoli che seguiranno, troverete le notizie principali che hanno caratterizzato il lavoro delle sedi periferiche e del Direttivo Nazionale nel 2012.

Nel sito CFI sono disponibili i “CFI INFORMA” degli scorsi anni, per leggerli è sufficente scegliere la categoria di articoli CFI informa e il relativo anno di pubblicazione.

CFI Informa Gennaio 2012

IL POLESINE ADOTTA IL PROGETTO TUTELA CARPA

Apriamo con la prima importante notizia direttamente con le parole del Pres. Nazionale Zurma Agostino:

“La corsa verso la condivisione generale, del nostro progetto tutela carpa da parte delle Amministrazioni Provinciali, nella figura dei rispettivi Assessorati alla Pesca non subisce soste. Anche la Provincia di Rovigo, capoluogo del territorio Polesano, ha dato il proprio contributo nell’aderire alla nostra proposta. E’ stato inserito, in modo definitivo nel nuovo piano ittico in fase di adozione, il divieto di trattenere carpe con misura superiore ai 60 cm oltre ad aver portato la misura minima a 35 cm. Un grande valore assume questa
circostanza, considerando che il Polesine è senza dubbio una delle maggiori zone dove i ciprinidi sono presenti e sottoposti ad un forte prelevamento e dove il carpfishing trova una importante collocazione. Un ambiente in cui si fondono, con attento equilibrio, storia, architettura, tradizioni e innanzitutto natura… Un ambiente da tutelare e questo nostro volere è stato colto dall’Amministrazione Provinciale alla quale vanno i nostri ringraziamenti. Il si definitivo è avvenuto nella riunione del 29 novembre 2011, nella quale si è analizzato il nuovo Regolamento Ittico Provinciale. L’incontro vedeva presenti oltre all’Assessore Bellan e ai dirigenti del settore pesca, il Dott. Turin e tutte le associazioni di pescasportivi della provincia che con CFI hanno elaborato la stesura e la presentazione di numerose nuove norme. La forte coesione e la collaborazione reale degli attori coinvolti, rivolte ad ottenere regole che oltre alla tecnica guardavano verso l’ambiente hanno consentito la riuscita di questo importante risultato. Tra le varie proposte sono state accolte anche :

  • in tutte le acque della provincia è vietato l’utilizzo di vasche di raccolta galleggianti e/o ancorate
  • tinca misura minimo cm 30
  • uso di quattro canne nelle zone ciprinicole e cinque canne zone salmastre
  • divieto pesca per tinca e carpa:1°MAGGIO al 30 Giugno e divieto di uso e la detenzione sul luogo di pesca del mais, altre granaglie e loro derivati

nei laghi di pescasportiva è sempre vietato l’acquisto e l’immissione diretta di pesce di provenienza diversa da allevamenti autorizzati. Queste e tante altre interessanti che speriamo di farvi leggere al più presto nella loro integralità”.

ENDINE: APPROVATO NUOVO REGOLAMENTO

La valorizzazione delle acque libere italiane è un punto fermo per CFI; è ormai noto l’impegno dei ragazzi di CFI che vivono sulle sponde dello splendido bacino di Endine. Le sedi CFI di Rudiano (n. 55) ed Endine (n.139) fanno parte del CPLE (Comitato Pescatori Lago di Endine), un comitato che raggruppa le varieassociazioni di pesca. Tale comitato è stato ufficialmente riconosciuto dall’Assessorato Caccia e Pesca della Provincia di Bergamo e ha diritto a partecipare alla Consulta di pesca, proponendo e votando modifiche ai regolamenti.

A seguito di questa importante collaborazione il Consigliere Nazionale Cominelli Paolo (che segue personalmente gli sviluppi di Endine) ci informa che la Provincia ha approvato il regolamento di pesca che disciplina anche il carpfishing nel Lago di Endine. Numerose novità sono state introdotte volte a migliorare anche la pratica del carpfishing (ad esempio la possibilità di calare l’innesco dalla barca in determinati orari) in questo meraviglioso spot d’Italia.

Queste le parole del Consigliere Cominelli:

“E’ con immenso piacere che pubblico questa notizia, frutto di una costante ricerca e presenza durante questi anni verso le Amministrazioni, ma che ha avuto lieto fine solo al raggiungimento dell’accordo fra le varie associazioni presenti sul lago tra le quali la nostra, Team Carpfishing Rudiano & Endinesedi periferiche di Carpfishing Italia, ed un grandissimo aiuto dell’Assessore Cottini, del funzionario Provinciale Alberto Testa”.

FIUME ELSA: SEQUESTRATA RETE ILLEGALE

Il Consigliere Salvi Thomas è impegnato da anni nella salvaguardia del fiume Elsa, uno splendido corso d’acqua toscano noto per i casi particolari di inquinamento (le famose “schiumate”). Innumerevoli sono state le segnalazioni e gli esposti fatti dalle sedi CFI toscane per fermare i casi di inquinamento. Oltre a questo la sede CFI di Castelfiorentino (n. 169) ha rinvenuto e fatto sequestrare un tramaglio di ben 25 mt!

SPOT DI CFI SUL CANALE “PASSIONE PESCA”

Per i primi tre mesi dell’anno, sul canale 809 della piattaforma SKY “Passione Pesca”, sarà trasmesso uno spot che da valore all’immenso lavoro che CFI ha svolto negli anni e che continua a svolgere. Un doveroso ringraziamento al Vicepresidenti Cicchetti Pietro che ha seguito la realizzazione dello spot.

EDITORIALE DI ROBERTO RIPAMONTI SU CFI

Ringraziamo il “Roberto Nazionale” per un suo editoriale, sulla nuova rivista web “CARP ON LINE”, dove elogia e valorizza il lavoro costante e concreto di CFI e del Pres. Zurma Agostino. Un appoggio, quello di Roberto che stimola e motiva ulteriormente l’operato dell’associazione.