CarpFishingItalia

Sito ufficiale dell'Associazione nata nel 1993

14 Maratona Benefica Internazionale 2010

14 Maratona Benefica Internazionale 2010

14 Maratona Benefica Internazionale 2010
14 Maratona Benefica Internazionale

Le sensazioni provate sono indescrivibili.

I battenti della 14° Maratona Internazionale Benefica di Carpfishing sul Lago di Endine Gaiano sono chiusi: posso finalmente tracciare quanto è avvenuto e rendermi conto se le aspettative dei ragazzi che vi hanno partecipato sono state ripagate. Se tutto insomma sia andato a buon fine. Un’ analisi che posso fare solo al termine dell’evento: durante la manifestazione infatti si vive in un vortice talmente frenetico che tutto accade in un batter di ciglia.

Il momento in cui davvero ci si può rendere conto è a ridosso delle premiazioni, quando l’ansia della buona riuscita comincia a scemare e lascia il posto al calore della gente, affettuosi complimenti che si sovrappongono e che mi danno una grande emozione.

Scaricata tutta la tensione accumulata, allora sì che comincio a rivivere tutte le situazioni vissute, ed è come un’esplosione di gioia interna, un susseguirsi di sensazioni che con difficoltà riesco a descrivere, e che si trasformano pian piano.

Anche quest’anno grazie al generosissimo contributo delle Aziende che mettono a disposizione il materiale per la lotteria di beneficenza, e ai ragazzi che vi partecipano si è raccolta una cospicua somma da inserire nella busta consegnata direttamente nelle mani dell’Assessore Servizi Sociali del Comune di Endine Gaiano, Signora Luisa Guerinoni, il contenuto della busta, 5.500,00 € è stato destinato allo “Sportello Alzheimer” per aiutare i Famigliari nell’assistenza, e ad un nuovo “Progetto di Continuità Assistenziale” che riguarda la figura Infermieristica a sostegno degli Anziani ed a chi per motivi di salute non abbia la capacità e possibilità di recarsi in ambiti ambulatoriali.

 

Il Ritrovo

La sveglia è inutile: una notte convulsa anticipa la mia partenza verso il lago. Lo staff del Team Carpfishing Rudiano, in ordine alfabetico Alberto, Gabriele, Maurizio, Ottavio, Paolo e Stefania, si ritrova all’alba in località Filanda aspettando l’arrivo degli amici partecipanti davanti ad un cappuccino caldo e fumante.

Tutto si svolge con assoluta semplicità, aiutati dalla grande competenza dei ragazzi partecipanti: alle ore 11,00 tutti sono già in postazione intenti nei preparativi per poter essere attivi alle ore 16,00 quando avrà inizio la Maratona.

 

Lo spavento

Ci giunge tramite tam tam di walkie talkie la notizia di un ragazzo in acqua: la preoccupazione è altissima e si parte in direzione della postazione dove è avvenuto l’imprevisto. Sono le 19,00 circa e la sera prende il sopravvento. Nel frattempo riceviamo comunicazione di un’avvenuta cattura, la prima, alla postazione 17 “La Punta”.

Raccogliamo la testimonianza della caduta in acqua: è dovuto ad una disattenzione e l’aver spinto  carpisti e pescatori ad utilizzare sempre il giubbino di salvataggio attraverso forum, incontri e riviste, ha fatto si che tutto si risolvesse solo con un grande spavento e nient’altro.

Un ringraziamento va fatto anche ai carpisti della postazione accanto che si sono affrettati a dare supporto al malcapitato. Ci auguriamo che questo fatto possa servire a prestare maggiore attenzione e ad utilizzare sempre il giubbino salvagente, un attrezzo tanto indispensabile per la nostra sicurezza.

 

La prima regina

Perché poi tutte regine? E penso “che maleducate queste carpe a specchi!”.

Luca Pompele e Bonisoli Matteo, ancora loro: così come hanno chiuso la 13a Maratona, aprono le danze per la 14°. E con una magnifica reginona del ceppo Endiniano, lunga e scura oltre i 15 kg la coppia giungerà fin all’ultima sera con la speranza di rivincere la Maratona.

E’ la volta quindi di Justin e di Arjen, ragazzi Olandesi che prima del cambio di data ci comunicano la loro cattura. Da questo momento fino al mattino risulteranno essere state catturate altre 10 carpe.

Purtroppo il sospetto è quello di andare incontro ad una sessione di pesca avara di catture sale. Si spera nell’abbassamento delle temperature o nella solita pioggia che invoglia il pesce a muoversi. In questi casi sappiamo che il pesce staziona al centro, in acqua fonda, sugli 8 metri circa.

A guadino viene portato anche un luccio di notevole dimensioni, catturato da Mauro Basso, responsabile della sede 167 di Dolo in coppia con Matteo Gallana (Stiwi) a dimostrazione che nel Lago di Endine anche questo pesce può raggiungere taglie ragguardevoli.

Le catture, per la fortuna dei carpisti, iniziano a susseguirsi regolarmente durante le ore notturne. Non c’è una zona ben definita in cui escono i pesci, ma si riesce comunque a delineare un’ipotesi: principalmente in acque più fonde, a parte la reginona che visita la coppia Sbravati Mirco – Buzzoni Simone accampati alla postazione “La Discesa”, nella parte alta del lago dove l’acqua è relativamente “bassa”.

Questo bellissimo pesce ferma la bilancia a 19,6 Kg regalando loro la vittoria finale della Maratona, anche se durante le prime fasi della domenica mattina, ultime ore in pesca, fa urlare al peso un’altra cattura rilevante dei ragazzi al “Bar Biali” Faita Alessandro – Caiola Daniele,. Un bel pesce, anche se poi non risulta essere la Big dell’Evento.

 

L’incontro con gli alunni delle scuole elementari

L’incontro con i piccoli allievi delle scuole elementari è stato entusiasmante. Le maestre a bocca aperta osservavano i loro alunni attenti come non mai alla lezione. Ero dapprima terrorizzato, ma mi sono sciolto ben presto grazie alla loro grande partecipazione, entusiasmo e curiosità. Le domande si sono susseguite incessantemente: un incontro talmente riuscito che prima dal plesso di Endine, poi direttamente dalla provincia di Bergamo, dal prossimo anno sarò invitato nelle scuole a tener una lezione. Questo mi rende orgoglioso e mi lascia esterrefatto: mai avrei pensato qualche anno fa di riuscire a parlare davanti ad una decina di persone. E’ stata una bella sfida, forse per me quella più grande ed ora ho questa meravigliosa opportunità.

E pensare a tutti questi piccoli pescatori che nemmeno sapevano dell’esistenza della carpa nel loro lago…. questo mi dice che c’è tanto ancora da fare!

Per non parlare poi di quando ho detto loro che Endine era conosciuto in tutta Europa! Ho sentito commenti come: “davverooo? siamo famosi?”

Immaginate le mie sensazioni.

 

Le premiazioni

Sentiti i buoni propositi delle Amministrazioni dei Comuni rivieraschi, e un’ottima proposta di regolamento da parte della Provincia di Bergamo nelle vesti del Signor Testa Alberto, passiamo alla fase dei riconoscimenti. Ma diamo anche due numeri per gli amanti della statistica: sono state catturate in totale 40 carpe regina, per un peso complessivo di Kg 384,060, con una media appena superiore ai 9 Kg.

Questi i premi consegnati:

Trofeo Comune di Monasterolo per il pesce più piccolo, carpa regina Kg 2,100 alla Coppia Binotto Riccardo – Caon Andrea.

Trofeo Comune di Spinone al Lago, alla sede periferica Team Carpfishing Rudiano n. 55 di Carpfishing Italia, quale Organizzatrice dell’Evento con la sede periferica di Endine n. 139.

Trofeo Comune di Ranzanico va consegnato all’Azienda sponsor dell’evento, che maggiormente ha contribuito tramite materiale per la lotteria benefica, quest’anno va consegnato alla “Nash Italia” durante il Carpitaly 2011 nelle mani di Matteo Marmocchi.

Trofeo P.L.I.S. parco dei laghi della Valcavallina, un riconoscimento ambito, che di anno in anno assume importanza anche per le Amministrazioni locali che vedono di buon occhio questo impegno dei carpisti nel mimetizzarsi con l’ambiente. Il riconoscimento và alla coppia che durante l’intero arco della Manifestazione è risultata essere la minor visibile, inserendosi meglio nel contesto e riducendo al minimo l’impatto ambientale, la Coppia che si aggiudica questo Trofeo con merito è Gambino Luca – Fumagalli Walter.

Trofeo Comunità Montana per i ragazzi Olandesi Justin Van den Heuvel – Arjen Van Horne che sono stati capaci di catturare 4 carpe per un peso di Kg 42,950, risultando la Coppia che ha posato sul materassino il maggior peso totale delle catture, e quindi il maggior pescato.

Trofeo Comune di Endine, Coppa Maratona di Endine, e Trofeo CFI che si tramandano oramai di anno in anno inserendo i nomi delle coppie che se lo aggiudicano sullo stesso trofeo, vanno alla coppia che ha catturato il “Big Fish”. La coppia Sbravati Mirco – Buzzoni Simone sarà la vincitrice, con la cattura di una Carpa Regina di Kg 19,600 sarà  .

E un saluto finale

Il Team Carpfishing Rudiano 55 in compagnia della sede di Endine 139 saluta tutti, e rinnova l’invito per la prossima 15a Maratona di Endine che si svolgerà il 06/07/08/09 Ottobre 2011.

Paolo Cominelli

Soldo & Cominelli
Soldo & Cominelli

 

Vice Presidente CFI

Paolo Cominelli