CarpFishingItalia

Sito ufficiale dell'Associazione nata nel 1993

Corsi aggiornamento GIV Veneto

Corsi aggiornamento GIV Veneto
Corsi aggiornamento GIV Veneto

E’ terminata l’iniziativa, targata CFI, relativa alla programmazione e realizzazione di corsi di aggiornamento e formazione per le guardie volontarie di tutte le associazioni presenti nel territorio regionale del Veneto.

Progetto, che ha coinvolto tutte le provincie venete e che è stato finanziato a mezzo di un contributo di circa € 30.000,00  avuto dalla stessa Regione, per l’anno 2014, su richiesta da me fatta in qualità di componente del Tavolo Blu.

Abbiamo ricevuto i complimenti dalle componenti regionali e la richiesta, a loro sollecitata dalle associazioni e provincie coinvolte, a ripetere quanto prima una simile iniziativa.

Questa è sicuramente una conferma per un lavoro ben svolto e proprio in relazione alle problematiche attuali legate alla pesca illegale, considerato di sicuro supporto a contrastare tali dilaganti fenomeni.

Un grazie quindi a tutti coloro che hanno contribuito per la riuscita dell’iniziativa, in modo particolare al nostro delegato alla vigilanza Andrea Pistorello.

CFI – CORSI PER GUARDIE VOLONTARIE ITTICHE IN VENETO

(2014 – 2015)

L’art. 41 (5 aprile 2013) della Legge Regionale del Veneto  stabilisce che le entrate derivanti dalle tasse sulle concessioni regionali per la licenza di pesca nelle acque interne e marittime siano destinate, per la parte di competenza regionale, al sostegno delle politiche regionali di settore, cioè alla pesca.  Il medesimo articolo di legge affida alla Giunta regionale l’istituzione della “Consulta regionale per la pesca ricreativa” chiamata a fornire indirizzi in ordine all’utilizzo delle suddette entrate.

La Consulta, definita anche “Tavolo Blu”, nasce con il compito di affiancare la Giunta regionale onde conseguire un ottimale indirizzo delle risorse destinate al settore della pesca ricreativa, oltre ovviamente a fornire importanti indicazioni nella politica gestionale della pesca ricreativa.

Carpfishing Italia, grazie alla capillare presenza nel territorio e grazie alle numerose e importanti attività svolte dalle sedi provinciali, è stata chiamata a far parte della Consulta regionale; il Pres. Di CFI  Zurma Agostino è quindi componente di tale importante Consulta del Veneto.

Con delibera n. 2858 del 30.12.2013 la Regione Veneto ha autorizzato l’erogazione di un contributo a favore delle progettualità di interesse regionale espresse dalla Consulta regionale per la pesca ricreativa; tali progettualità, presentate dalle Associazioni presenti in Consulta, sono finalizzate alla valorizzazione e alla promozione delle pesca sportiva amatoriale in Veneto.

Come è noto, Carpfishing Italia da molto tempo si sta battendo su più fronti per la lotta contro il bracconaggio, una piaga che sta impoverendo le nostro amate acque. Una delle lotte più tangibili a questo problema è stata l’istituzione delle Guardie Particolari Giurate Ittiche Volontarie, una figura importante, fondamentale per la salvaguardia del patrimonio ittico e ambientale. Le G.P.G. Volontarie, sono formate dalle Polizie Provinciali locali e dopo aver ottenuto il regolare Decreto dal Prefetto, operano nel territorio di competenza avendo le medesime funzioni, in materia ittica, della Polizia Provinciale; possono quindi operare in ambito amministrativo (applicando le sanzioni previste) che penale (effettuando sequestri degli attrezzi oggetto di illecito).

Al fine di valorizzare la figura delle G.P.G. Volontarie Ittiche, Carpfishing Italia ha proposto alla Giunta regionale un progetto che prevede la realizzazione di corsi di formazione e aggiornamento rivolto alle Guardie Ittiche Volontarie del Veneto di tutte le Associazioni.

Il progetto prevede che in ogni Provincia del Veneto vengano realizzati dei corsi di formazione/aggiornamento rivolto alle G.P.G. Volontarie Ittiche locali. I temi e le materie di competenze sono stabilite individualmente per ogni Provincia. Terminati i corsi provinciali verrà organizzato un corso finale rivolto a tutte le guardie interessate a partecipare che hanno già presenziato ai corsi provinciali. Per il corso conclusivo verrà preparato  un libricino/vademecum che sarà consegnato alle Guardie e che potrà rivelarsi utile durante i loro servizi.

I corsi sono organizzati dalle sedi periferiche di CFI e in alcune Province sono affiancate dalle Associazioni presenti.

L’intero progetto è seguito da Pistorello Andrea, Delegato Nazionale alla Vigilanza Ittica CFI.

Carpfishing Italia fornisce supporto in tutte le fasi dell’organizzazione dei corsi mettendo inoltre a disposizione docenti e istruttori preparati e qualificati per la formazione e aggiornamento delle Guardie Ittiche.

Corso

Nello specifico sono stati organizzati i seguenti corsi:

Verona:  la sede CFI n. 50 – Mirror Carp, nella figura di Vecchini Enrico, ha organizzato un corso  denominato “La comunicazione non verbale e le procedure  da seguire durante la fase dell’accertamento eseguito da addetti alla vigilanza”;  un percorso formativo molto interessante che ha fornito importanti nozioni sugli aspetti psicologici e comportamentali di chi controlla e di chi viene controllato. Il corso ha avuto valenza informativa anche per i pescatori che sono interessati a diventare guardie volontarie.

Treviso: la sede CFI n. 34 – Lovely Carp Club, nella figura di Bonotto Nicolas, ha organizzato un corso denominato “Le Guardie Particolari Giurate Volontarie Ittiche: la qualifica di Pubblico Ufficiale e la funzione di Agente di Polizia Giudiziaria”; un importante corso che ha illustrato il ruolo e le funzioni delle Guardie Ittiche Volontarie.

Padova: sede CFI n. 116 – Padova Carp Team, nella figura di Masiero Luca, ha organizzato un corso articolato in tre serate e che ha sviluppato due diversi argomenti.  Il primo tema  “Le Guardie Particolari Giurate Volontarie Ittiche  tra sceriffi ed educatori: il ruolo e le funzioni” ha toccato l’importante argomento del ruolo delle Guardie nella tutela dell’ambiente e del rapporto con chi viene controllato.  Il secondo argomento ha dato la possibilità alle guardie che hanno partecipato di ottenere l’abilitazione ad effettuare i recuperi ittici; per legge infatti queste operazioni devono essere effettuate da persone abilitate e appositamente formate. A tale scopo è stato fatto un corso sulla sicurezza sul lavoro D.LGS 81/08 e un ulteriore corso sulla normativa e operatività relativa ai recuperi ittici.

Provincia di Rovigo: sede CFI n. 30 – La Regina, nella figura di Veronese Matteo, ha organizzato un corso di 8 ore che ha affrontato il tema dei recuperi ittici oltre che a un fondamentale aggiornamento sulle normative. Anche in questo caso il corso ha dato la possibilità alle guardie che hanno partecipato di ottenere l’abilitazione ad effettuare i recuperi ittici; per legge infatti queste operazioni devono essere effettuate da persone abilitate e appositamente formate. A tale scopo è stato fatto un corso sulla sicurezza sul lavoro D.LGS 81/08 e un ulteriore corso sulla normativa e operatività relativa ai recuperi ittici.

A conclusione del progetto è stato promosso un corso conclusivo che ha coinvolto le G.I.V. che hanno partecipato ai vari corsi Provinciali. Il corso si è tenuto a Rovigo (sede di Carpfishing Italia) a fine febbraio.

Durante il corso conclusivo sono stati affrontati due argomenti;  il primo ha voluto approfondire l’aspetto normativo per quanto riguarda il  trasgressore e i suoi diritti ( “I diritti del pescatore: le dichiarazioni, le facoltà e il deposito del ricorso avverso un verbale di contestazione”). Nella seconda parte è stato presentato un corso base di primo soccorso e la chiamata al 118; un argomento di sicura utilità per le G.I.V. durante lo svolgimento delle loro attività.

Pronto soccorso

Ai partecipanti dei vari corsi sono stati consegnati gli attestati di partecipazione.

Attestato formazione GPG copia

Un doveroso ringraziamento va alla Regione Veneto per aver dato la possibilità di mettere in atto questo importante progetto volto alla formazione e aggiornamento delle Guardie Ittiche Volontarie.

Un ringraziamento va alle Amministrazioni Provinciali che con sensibilità hanno offerto collaborazione alla nostra Associazione.

Un sentito ringraziamento va alle sedi periferiche di CFI e ai ragazzi di CFI che con incredibile entusiasmo e partecipazione hanno reso possibile lo svolgersi dei corsi Provinciali.

Ed  infine un sentito ringraziamento a tutte le Guardie Particolari Giurate Ittiche Volontarie che con impegno e dedizione svolgono la loro fondamentale mansione al fine di tutelare la fauna e flora del nostro amato territorio.

Andrea Pistorello  

Delegato Nazionale alla Vigilanza Ittica CFI

Il Presidente Nazionale

Agostino Zurma